Mercoledì 29 giugno: Un Histoire du Soldat spettacolare.

Grande Attesa al Rome Chamber Music Festival il 29 giugno per l’Histoire du Soldat di Igor Stravinsky. Scritta nel 1918, La storia del sodato è un’opera che intreccia musica da camera, danza e recitazione attraverso un racconto ispirato alla leggenda di Faust. L’invenzione doveva rimediare alle ristrettezze del compositore, uno squattrinato Stravinsky in esilio, che si era rifiutato di partecipare alla prima guerra mondiale oltre che alla rivoluzione bolscevica. Una sorta di spettacolo per marionette, vista la sua natura itinerante e questa sarà anche la chiave di lettura della regia di Enrico Stinchelli, famoso conduttore radiofonico de ” La Barcaccia” (RadioTre) , musicologo e autore di apprezzate regie operistiche. Stravinsky pensò a un gruppo di strumenti ridotto: la storia sarebbe stata “letta, recitata e danzata” da una compagnia formata da un Narratore, due attori nel ruolo del Soldato e del Diavolo e una Principessa danzante. Stravinsky, ispirato dalla tradizione del folklore russo, inserisce anche diverse parodie di danze moderne. Una grande produzione multimediale dunque che trasformerà il Salone Pietro da Cortona di Palazzo Barberini, senza stravolgerlo. Luci e proiezioni, ricorda il regista, aiuteranno a spiegare la drammaturgia, a ricreare quell’atmosfera onirica e fiabesca dell’Histoire du Soldat, così come faranno emergere lo stato d’animo del povero Stravinsky. Un cast d’eccezione: Roberto Zibetti sarà il Narratore; Paolo De Vita sarà il Diavolo; il Soldato sarà , dati i tempi moderni, una donna : Alessia Patregnani e la Principessa sarà Chiara Giancaterina.

Carlo Rizzari dirigerà il primo clarinetto, fagotto, tromba e trombone di Santa Cecilia, oltre che al violino, contrabbasso e percussioni.

Altre news

Fondazione Rome Chamber Music Festival
via Vittorio Veneto 108, 00187, Roma, Italia

© Copyright 2024 | All rights reserved